La Porta della Bellezza


Novemila forme di terracotta per 12 opere monumentali realizzate da artisti nazionali. A Librino, quartiere satellite della città di Catania, un muro di cemento armato lungo tre chilometri che fa da spartitraffico tra Viale Castagnola e viale Librino è stato trasformato da un progetto artistico e sociale da Antonio Presti, mecenate siciliano. Le opere, ispirate alla tematica della “Grande Madre” e abbinate a testi poetici, sono state applicate su una superficie di 500 metri di muro, che attraversa il quartiere periferico di Librino e lo “taglia” in due. L’Arte come strumento per far acquisire la coscienza dell’ identità di un luogo e dei suoi abitanti: coinvolte nove scuole elementari e medie del quartiere con 10.000 allievi. Gli artisti ed i poeti hanno infatti lavorato per più di due anni direttamente nelle scuole con 2000 bambini. Le forme di terracotta sono state modellate e firmate dagli alunni, divenuti così “giovani autori”, con lo scopo di renderli protagonisti di un percorso artistico-etico di cambiamento della storia del quartiere.

 
si trova qui

<<back